VRUMS, inaugurato a Bologna nel novembre 2019, è stato il primo concept store italiano interamente dedicato all’intrattenimento in realtà virtuale. Con oltre 1.400 visitatori nei primi tre mesi, il centro si è imposto come un punto di riferimento per la promozione e la ricerca nel campo della VR, applicata non solo al gaming ma anche alla medicina e alla psicologia​​​​​​. Nonostante il suo successo iniziale, VRUMS ha chiuso durante la pandemia, un destino che ha colpito molti pionieri dell’innovazione.

 

Un aspetto distintivo di VRUMS era la sua dotazione tecnologica, per la quale Paperpixels ha giocato un ruolo cruciale. Specializzandosi nella fornitura dei viper, Paperpixels ha contribuito a creare un’esperienza di realtà virtuale immersiva e all’avanguardia. Questi dispositivi, ancora visibili sul sito di VRUMS, rappresentavano il cuore pulsante delle attrazioni, offrendo agli utenti un livello di interazione e coinvolgimento senza precedenti.

 

 

Sebbene VRUMS non sia più attivo, l’eredità e l’innovazione che ha portato nel settore dell’intrattenimento rimangono un punto di riferimento. La collaborazione con Paperpixels e il loro contributo nell’equipaggiare il centro con tecnologia di punta dimostra il potenziale della realtà virtuale e l’importanza di supportare le aziende locali che spingono i confini dell’innovazione tecnologica.

Gli ultimi articoli pubblicati